• .
  • .
  • .
    SIMONE MIGLIORINI - CARLOTTA BRUNI - DAVID DAINELLI - ANGELA ZAPOLLA- info@teatroromanovolterra.it
  • .
    PATRIZIA CIOFI - SIMONE MIGLIORINI - LAURA PASQUALETTI -per informazioni info@teatroromanovolterra.it
  • .
  • .
  • .
MANCANO AL PROSSIMO EVENTO:
CONfine/
000
00
00
00

Ultime news

Leggi le ultime news sul festival

ART BONUS PER IL FESTIVAL INTERNAZIONALE TEATRO ROMANO VOLTERRA

VisibilitàQualora desideraste rendere noto il Vostro sostegno, con pubblicazione della Vostra identità sulla presente pagina e sulla NOSTRA PAGINA SUL PORTALE ART BONUS , Vi preghiamo di inviarcene espressa liberatoria all’indirizzo info@teatroromanovolterra.it unitamente al bonifico di riferimento.E’ possibile pubblicare, nella comunicazione a mezzo stampa del Festival e sul presente sito web, nonché nell’elenco pubblico dei mecenati del portale ministeriale ART BONUS, la ragione sociale della Vs. Ditta; a tal fine è necessario che ci sia inviata la prescritta  liberatoria,Per ulteriori informazioni consulta la pagina del sito dell’Art bonus, riportante l’ELENCO DELLE FAQ.

LEGGI

PAN...CRAZIO LA LIBERTA' DI AVERE PAURA al DOIT Festival 4 e 5 Aprile 2019 Teatro Ar.Ma Roma

4 E 5 APRILE 2019 A ROMA - TEATRO Ar.Ma - Via Ruggero di Lauria, 22
La coscienza di ogni singolo individuo all'interno della società alla quale appartiene dipende da ciò che ha appreso e dai racconti che gli sono stati tramandati, tanto nei tempi antichi quanto al giorno d'oggi, alcuni centrano direttamente il fulcro della nostra essenza e ci confrontano ad archetipi facenti parte di noi stessi dalla notte dei tempi. Il mito ci riporta alle immagini primordiali, permettendo di risalire alla matrice e scoprire quanto ci sia di non accidentale nelle nostre vite.
Dietro un gesto violento si cela una natura incontrollabile. Pancrazio agisce inconsapevolmente, la sua personalità è doppia, le forze profonde che lo animano sono daimon. Sara amata da Pancrazio non è altro che Siringa, la ninfa che nel mito greco si oppose alle avances del dio Pan. Sara stufa dell'insistenza del suo pretendente lo respinge, ma Pancrazio non accettando la sconfitta finisce per violentarla ed ucciderla. Non è forse questo un triste esempio di femminicidio?
Il flagello della misoginia e della violenza sulle donne potrebbe essere impulso atavico primordiale.
Pancrazio uccide Sara senza esserne realmente consapevole "E...Se l'avessi uccisa io? No, Io no. Io l'amavo. È stata la bestia" Lo sdoppiamento della personalità offusca l'atto violento, E' tale il sentimento di fragilità da offuscare la consapevolezza dell'accaduto. La violenza in Pancrazio deriva da sentimenti di umiliazione inaccettabili che gli sono stati inflitti, sopraffatto da un padre misogino e autoritario che impedisce al figlio lo sviluppo della propria personalità.

LEGGI

NOVECENTO

Ritorna il “NOVECENTO” di Migliorini e Dainelli loro cavallo di battaglia: i due artisti hanno
messo in scena il testo di  Alessandro Baricco dal 1994 centinaia di repliche in Italia.
Un imperdibile grande successo, una messa in scena metà prosa metà concerto jazz; da non perdere, vedere e rivedere !

LEGGI